C'e' posta per te

Le altre storie... Matteo Salvini "papà"

Puntata del 5/03/16

Maria introduce una storia un po’ particolare e ci tiene a precisare (www.mariadefilippi.it) che normalmente la foto del destinatario non appare sullo schermo della busta, invece questa volta a comparire è la copertina di un settimanale con l’immagine del segretario nazionale della Lega Nord: Matteo Salvini “Desnudo”.
Maria continua: - Non e stata scelta da me la foto, ma da due sorelle che fanno il mestiere più antico del mondo e che dicono di amarlo e di essere state amate; sono qui perché non riescono più ad incontrarlo e lui, per mettere a tacere tutto, vuole mandarle nelle case chiuse! Facciamo entrare Lomby e Piemonty!
Entrano in studio Enzo Iacchetti (Lomby) e Ezio Greggio (Piemonty), travestiti da donne procaci, baciano Maria dicendo: “Che bello essere a C’è Posta per Noi, noi siamo le sorelle Falò”. Poi guardando in giro per lo studio e vedono l’immagine di Matteo Salvini sullo schermo, l’emozione è grande, gli urletti di gioia non finiscono come le battutine piccanti che le accompagnano a sedersi “con grande classe” sul pouf. Tutti ridono insieme a Maria che si avvicina a Lomby e Piemonty dicendo ironicamente: - Siete vestite molto bene, vedo tanto verde… “E’ per via del Matteo che stiamo così,

Le altre storie... Matteo Salvini "papà"

con tutte queste lacrime” risponde Greggio che si asciuga gli occhi con le mutande verdi di Matteo dicendo di averle tenute per ricordo; anche Iacchetti ne sfodera due dicendo che una è del Matteo l’altra e di Mentana che tanto anche lui passa qualche volta!! Le gag esilaranti continuano tipo: “Ci chiamano a Milano per le sfilate delle grandi marche ma…ci mettono solo a fare grandi “marchette”! Io, il Salvini, l’ho incontrato la prima volta al centro sociale Leoncavallo, continua Lomby, eravamo ragazzotti di sinistrissima e lui girava in moto sempre a sinistra, sempre a sinistra fino a quando si è trovato all’estrema destra alla fine dell’isolato! La prima volta che ci siamo amati è stato al derby Inter-Milan, continua Lomby, lui era ancora dell’Inter…rosso-nero e poi è passato solo al nero…ed è successo che a un certo punto uno dei calciatori dell’Inter ha fatto goal e lui contento ha fatto “tracchete” e io sono rimasta gravida! Ma quando si ama, si ama, io faccio il mestiere e sto attenta ma con lui era vero amore… e poi era una cosina, appena, appena, e ho pensato…cosa vuoi che succeda”

Le altre storie... Matteo Salvini "papà"

Ora tocca a Greggio: “Io, il Matteo, l’ho incontrato a una festa molto leghista, sapete che c’è quella festa dell’acqua sul fiume, lui si sparava giù della Freisa…dopo quattro bicchieri era bello che andato e mi è saltato addosso e sono rimasta gravida anche io!”
Maria ridendo: - Lui è diventato un uomo importante e so che non siete più riuscite a vederlo - “E’ vero, esclamano all’unisono le due signorine, è sparito e non ha neppure riconosciuto i suoi figli, ci ha “bannato” pure da Face book, ma visto che ora è importante e in parlamento c’è una certa passione…forse può (www.mariadefilippi.it) darci una mano, visto che il nostro fisico ancora resiste!” Il postino Maurizio si trova a Palazzago (Bergamo) per consegnare la posta al signor Matteo Salvini, lo trova sorridente che saluta ed esclama: “O Signur” accettando l’invito molto volentieri.
In studio le due signorine piangono per l’emozione, si aggiustano le calze a rete, le scollature e si appropinquano a sistemargli il pouf dove il segretario generale si siederà, ricoprendolo con un velluto “verde Lega”, baciando ripetutamente dove lui si poserà e poi avvicinando un carrello con bicchieri e una bottiglia che contiene l’acqua del Po.

Le altre storie... Matteo Salvini "papà"

Ora le “signorine” sono pronte, tornano alla loro postazione, si aggiustano le calze auto reggenti, rinforzano il rossetto e dicono di sudare come due mucche impazzite sventolandosi con ventaglio e mutande…naturalmente sempre verdi! L’accoglienza è molto calda, Salvini ringrazia con un bel sorriso ma è stupito e si chiede dove mai sia capitato, ma anche Maria si fa la stessa domanda mentre Lomby e Piemonty si sono avvicinate allo schermo della busta per accarezzare, con ardore, l’immagine di Matteo.
Salvini è allegro e racconta che suo figlio gli ha detto che era un “sacco figo” che fosse stato invitato dalla de Filippi e saluta tutti i bambini che stanno guardando, ride quando scopre la bottiglia di acqua del Po ed è molto compiaciuto per il copri pouf che è diventato del suo colore preferito, è deciso ad aprire la busta chiunque ci sia tranne una persona…la Fornero!
Per riprendersi dalla sorpresa, Salvini, dopo aver aperto lo schermo della busta, si versa un bel bicchierone d’acqua del Po esclamando “Mamma mia” mentre i due comici continuano a gesticolare mostrando le loro grazie…Lomby cade a terra svenuta per l’emozione, arriva pure l’assistente al trucco per aggiustarle la parrucca, che era svenuta con lei, Salvini ride e chiede…ma chi sono…Le sorelle falò, risponde Ezio!

Le altre storie... Matteo Salvini "papà"

Scrosci di risate e di applausi anche da Salvini che si ricorda di loro e si raccomanda di non dirlo a tutti quando si sono conosciuti. Le gag continuano su alcuni anelli regalati ma di poco valore perché Matteo ha il “braccino corto”, i bei ricordi di quando si facevano la barba insieme al mattino e poi le sorelle aprono il trolley rosa che hanno portato con loro…chissà cosa contiene? Ma non si apre e Piemonty si avvia nel tunnel in cerca di aiuto mentre Lomby si presenta: “Il mio nome è il diminutivo di Lombardia ma a palazzo Chigi, anche se mi inviti, non ci vengo perché in quel luogo ne (www.mariadefilippi.it) conosco troppi, ma ora che Piemonty è tornata ti facciamo vedere cosa contiene la valigia: latte e menta verde, cravatte verdi con le quali ci legavi al letto, le manette perché tu vuoi sicurezza dappertutto e poi le ruspe che volevi usare per massaggiarmi e allora ti dobbiamo dire che il frutto del nostro amore si è concretizzato…Maria come facciamo a dirglielo? Ci vuole chiudere nelle case chiuse ma poi ci si chiude anche lui con noi insieme al frutto del nostro amore!
Salvini a Maria: “Ma sei sicura che stavo con tutte e due? Madonna… che fegato avevo al liceo,

Le altre storie... Matteo Salvini "papà"

ma sul discorso delle case chiuse farei un referendum domani mattina perché invece di avere queste signore in mezzo alla strada io le vorrei al pulito…protette, profumate e che paghino le tasse! Lomby risponde: “bene…ma poi quando vieni tu voglio vedere a chi devo intestare la fattura, in nero o in verde? Comunque è questo il momento di arrivare al dunque perché il frutto del nostro amore si è concretizzato… si chiama Salvo detto Salvino, tu non lo hai mai voluto vedere e ora sono qui!”
Un uomo con maglietta verde e calzoncini corti, conciato male, entra in studio cantando una canzone tipica milanese, Salvini fa i suoi commenti, ride e beve acqua del Po, il ragazzo lo guarda per esclamare allargando le braccia: “Papà”…Lomby interviene: non ci far caso è solo un bambino, ha 12 anni ma fa solo la quarta elementare perché noi non abbiamo avuto i soldi per farlo studiare”
Poi interviene Piemonty: “Ce l’ho anch’io, ma guarda bene perché il mio è un capolavoro e si chiama Ottone”. Sulle note di “O mia bella Madunina” entra un uomo basso, vestito completamente di verde, con barba, baffi e parrucca mentre Piemonty dice:” Sai perché l’ho chiamato Ottone? In onore della Lega, perché l’ottone è una lega! Pensa che ancora non ha messo i denti per la mancanza del papà ma puoi sempre recuperare a tutte queste cose brutte che hai fatto! Lui vorrebbe fare come te…12/13 anni fuori corso ma non è vero,

Le altre storie... Matteo Salvini "papà"

perché noi stavamo fuori nel “corso” ma non ti abbiamo mai visto e poi c’è un’altra collega straniera che… “regolare?” chiede Salvini, non lo sanno i due comici ma dicono che si chiama Eritrea…Algeria…- allora “allora …andele”.
Le sorelle Falò insistono per far entrare anche il terzo figlio che non può essere accompagnato dalla mamma, lo presentano con il nome di Immy…come immigrato e chiedono a Salvini come mai, visto che è tanto un bel ragazzo e gli assomiglia vuole sbatterlo su una piattaforma petrolifera quando lui, gentile, gli mostra pure un cartellone con scritto: “ Si alla polenta e no al cous cous”, ma poi a loro l’idea della piattaforma sembra fantastica e dicono (www.mariadefilippi.it) che neppure Stalin sarebbe stato così geniale, solo che bisognerebbe mettere dei piccoli squali che girano intorno”! Comunque vogliono dare la prova a Salvini che i ragazzini sono proprio suoi e mostrano delle foto di quando erano piccoli.
Due gigantografie di bimbi meravigliosi ma con la pelle verde appaiono, Salvini ride e dice che è pronto ad assumersi le sue responsabilità ma, se è possibile, chiudendo la busta perché ha un poco di paura ad incontrare tutte le persone che lo hanno mandato a chiamare, potrebbe baciare i “bambini” ma non le sorelle Falò…!

Le altre storie... Matteo Salvini "papà"

Maria lo avverte che se aprirà la busta tutti e cinque gli piomberanno addosso, si raccomanda con la “famiglia” di comportarsi bene ma le sorelle non smettono di fare battute anche su alcune cose che vorrebbero avere come ai vecchi tempi, ma che non si possono fare in prima serata! Poi ci tengono a sottolineare che i tre “bimbi” tifano Inter ma cambiano squadra facilmente, come i politici!
Maria avverte Salvini che non ci sarà il solito Jingle per l’apertura della busta ma una musica pensata per lui… “Tutte le fortune, questa sera…ma posso scappare eventualmente?” risponde ridendo l’onorevole.
All’apertura della busta i finti bimbi si precipitano saltando sul malcapitato che poi viene raggiunto da Lomby e Piemonty che lo baciano chiamandolo amore, Matteo regala un braccialetto del Milan a uno dei suoi “figli” ricevendo in cambio una giarrettiera verde che pone nel taschino della giacca e avviandosi all’uscita prende anche le mutande verdi lasciate sul pouff dai comici; e con gli applausi e i complimenti per la sua ironia, Maria lo congeda.



Cè Posta per Te su Witty Tv

Gabri B.