C'e' posta per te

Le altre storie... La luna e il sole

Puntata del 9/01/16

Questo è il un regalo di una figlia ai suoi genitori che (www.mariadefilippi.it) da poco hanno subito un grave lutto. Sul vidiwall compaiono alcune scritte in sovraimpressione sulle immagini dello sceneggiato il Segreto - La soap più seguita in Italia - Custodire un segreto è come trattenere il respiro – Aida della Cruz (Candela), Fernando Coronado (Alfonso), Ariadina Aurora (Aurora). Per quanto il filmato della soap sia stato commovente, i tre attori entrano in studio allegri e brillanti, accompagnati dall’interprete, Maria li accoglie interrogandoli a favore del pubblico che è eccitato e curioso di sapere cosa succederà nelle seguenti puntate; Poi, Maria, invita Giorgia in studio, una giovane donna che vorrebbe fare una sorpresa ai suoi genitori e comincia a raccontare cosa Giorgia le ha detto: - Mio fratello si chiamava Gianmarco, è morto in un gravissimo incidente stradale, è passato poco tempo e so che i miei genitori hanno bisogno di me, del mio affetto, io gli voglio un bene dell’anima ma, come diceva mio fratello, ho un carattere “schifoso” perché non riesco ad esternare i sentimenti che provo, mentre mio fratello era allegro, solare, completamente diverso da me e mi manca tanto! Quando ti dico che era diverso da me è perché io non sono mai riuscita ad avvicinare mia madre mentre lui la riempiva di baci e le mordeva l’orecchio tante volte fino ad esaurirla!

Le altre storie... La luna e il sole

Oggi, in casa, in ogni angolo c’è Gianmarco, nelle foto, i suoi vestiti e anche a tavola quando mamma si sbaglia e mette un piatto in più, le scene sono sempre le stesse: papà che piange insieme alla mamma! Io vorrei andare da lei ma non ce la faccio. Loro amano parlare di Gianmarco, lo ricordano nei momenti belli e anche gli amici di mio fratello spesso vengono a casa per stare con noi, mamma e papà sono contenti di ricordare quando i ragazzi e mio fratello avevano un gruppo musicale insieme e proprio quest’anno aveva firmato un contratto per fare dei concerti in Italia come percussionista, ora si farà e il nome di Gianmarco ci sarà, a questa notizia mamma si è emozionata ma io non sono riuscita neppure ad avvicinarmi a lei per abbracciarla. Mio fratello è morto in un incidente e si sa che poi ci sono un sacco di pratiche da risolvere, anche un processo e dei verbali da leggere, i miei genitori leggono tutto per cercare di capire ma quando cercano di parlare con me io ancora mi irrigidisco e mi chiudo da un’altra parte della casa.
Lo so che non posso sostituire mio fratello ma vorrei alleviare il dolore dei miei genitori, io il mio dolore lo vorrei mettere da parte per colmare il loro con amore. -

Le altre storie... La luna e il sole

Maria continua: - Giorgia, questa sera, ha chiesto la presenza degli attori del Segreto perché è la soap più seguita dalla sua famiglia e in quella mezz’ora in cui va in onda loro riescono a distrarsi e a non pensare a Gianmarco.
Il postino Marcello è pronto per la consegna della posta, si trova a Serramanna (Cagliari) per cercare la signora Patrizia e il signor Luigi.
Li trova nella loro abitazione e accettano gentilmente l’invito.
Maria, in studio, indica le postazioni per gli ospiti d’onore dietro la busta, si avvicina a Giorgia per rassicurarla e poi per farla uscire dallo studio…sarà una super sorpresa? Lo studio è al (www.mariadefilippi.it) buio quando la coppia, molto elegante, entra in studio e si accomoda per guardare il monitor che riprende una piccola assistente che man mano si avvicina a loro e, per un effetto magia, fa diventare il pavimento color rosso porpora per poi portar loro un cuore di cartone dicendo: “Ho trovato questo vostro cuoricino un po’ malmesso e ho provato ad aggiustarlo come meglio potevo…per fortuna sta arrivando qualcuno che lo curerà meglio di me”. Poi, la piccola assistente, indica il monitor dove appare Giorgia, una visione sfuocata dietro ad una tenda, che dice: “Lo so che in questo momento non mi vedete bene ma io ho un carattere chiuso e non riesco ad esternare i miei sentimenti, in questi mesi non sono riuscita neppure a condividere con voi il dolore più grande che ci ha spaccato il cuore,

Le altre storie... La luna e il sole

io per voi darei l’anima ma non riesco ad esternarlo, è come se ci fosse una tenda che ci divide, ma da oggi voglio cambiare e cercare di venirvi incontro per aprirmi.”
Il grande appaluso del pubblico e gli ospiti d’onore in lacrime accolgono Giorgia in studio, ora senza tenda, che timidamente si siede sul pouf e continua così: “Anche se non potrò mai sostituire la dolcezza di Giammy da oggi vorrei diventare la figlia che voi volete per farvi sentire meno soli, così, forse, mi sentirò un po’ meno sola anche io.”
I genitori sono molto emozionati e sulle note di “Eppure sentire” di Elisa, Maria comincia a leggere la lettera a loro dedicata - Bisogna saper nuotare per stare a galla in questo buco nero. Bisogna saper reagire per non affogare nel dolore. Bisogna stare uniti per non smettere di respirare. Stasera, mamma e papà, comincia un nuovo viaggio, voi dovete solo lasciarvi trasportare sul fiume delle mie parole, finalmente ho trovato parole per voi e questa volta sono solo parole d’amore -
In studio appare una grande luna mentre arriva una bimba che indossa la sagoma di una barca di cartone, la posiziona mentre Maria riprende a leggere: - Io sono la luna, anche se il mio nome è Giorgia; mi sento così da sempre, un pianeta estraneo dentro la nostra famiglia. Sono nata con un cuore che aveva la temperatura diversa dalla vostra, ma presto mi avete regalato un inseparabile compagno di viaggio che non era solo il mio fratellino ma il migliore degli amici e soprattutto il sole di casa.

Le altre storie... La luna e il sole

Ora Giammy non è più con noi e da quel giorno è come se il buio non si facesse da parte neppure a mezzogiorno e io, in tutto questo smarrimento, una cosa l’ho capita…avanti così non ci voglio andare!
Mamma e papà, voglio cambiare, voglio imparare alla perfezione la lingua che parlavate quando in casa c’era Giammy…quella del dirsi tutto, del sentire, del condividere sempre e dell’abbracciarsi e baciarsi senza pudore. Prima però devo chiedervi perdono per tutte le volte che davanti alla vostra dolcezza reagisco (www.mariadefilippi.it) con asprezza, se mi abbracciate divento di marmo, se mi baciate mi scosto, se volete parlare con me, ammutolisco, ma mi sento in colpa e per questo mi chiudo a riccio! Ma da ora, vi prometto che ci penserò io a scaldarvi come vi scaldavano i raggi di quel fratello bellissimo che suonava musica reggae, che lavorava onestamente in un supermercato, che era sempre stato bravo a scuola, che amava fotografare il mondo, che era circondato da tanti amici e che soprattutto vi amava come un figlio dovrebbe fare. La Giorgia che conoscete si tinge di nuova luce per diventare il vostro nuovo sole. - In studio un altro effetto magia: sparisce la luna e compare il sole, con accanto una casetta e un alberello.

Le altre storie... La luna e il sole

Maria riprende a leggere: - Oltre alle lacrime che a volte sembrano non finire mai, mio fratello mi ha lasciato tanti bellissimi ricordi, pagine di un diario scritte con lui giorno per giorno e da quando è successo l’incidente mi ritrovo a cercare un contatto con lui, almeno nella memoria, e mi sono ricordata di quella volta quando io e Giammy giocavamo a fare “casetta” sotto il grande albero del giardino e ci passavamo insieme pomeriggi interi, un giorno sento che mi chiama a gran voce, era appeso al ramo più alto per salutarmi, sbracciandosi come una scimmietta, aveva solo 8 anni e si era arrampicato fin lassù da solo! Del resto, mio fratello è sempre stato uno scatenato che vi faceva ridere e voi lo avete sempre accettato, come in fondo accettate me per quello che sono ed è per questo per questo che siamo rimasti sempre tanto uniti.
Per questo, il 4 marzo, è come se fuori strada ci fossi andata io, e mi sento morire io che sono la sorella, chissà lo strazio che avete dentro voi che avete perso un figlio, siete proprio due eroi di fronte a questa vita troppo amara e io vi voglio meritare perché voi meritate una figlia migliore, sarà il ricordo di Giammy a rendermi una persona finalmente accogliente e amorevole con voi. -
Dalla porta della casetta esce una bimba che porta alla mamma di Giorgia una collana che le fa indossare dicendo: “Nessuno si merita di soffrire a questo modo, questo mio abbraccio è da parte di tutti.”

Le altre storie... La luna e il sole

Maria riprende a leggere la lettera: - Quanto era bello mio fratello, da mangiarselo di baci! Quando mi manca il suo abbraccio e il suo profumo strigo forte la nostra piccola Piddi, la cucciola di casa; Giammy ha sempre amato la gente e ancora di più gli animali; fin da piccolo ha desiderato un cagnolino tutto suo ma solo 7 anni fa vi siete decisi a regalarglielo e il suo sogno è diventato realtà, aveva solo 14 anni e lui e la cagnolina sono diventati inseparabili. Ora papà, sei tu che ti occupi di Piddi come faceva Gianmarco e so che ogni volta che la accarezzi è come se facessi una carezza a tuo (www.mariadefilippi.it) figlio. Lo so, papà che c’è tanto nel tuo cuore, come nel mio ma c’è un piccolo senso di colpa che dobbiamo toglierci che riguarda l’auto usata che avevamo scelto per lui per andare a lavorare, il meccanico ci aveva convinto che fosse un’auto in ordine e sicura ma ce lo domandiamo senza dircelo dal giorno dall’incidente se è stata colpa nostra… purtroppo si cerca sempre una spiegazione, anche se spiegazione non c’è.
Caro papà e cara mamma, voi lo fate già e io devo solo imparare. Questa è la storia della nostra famiglia, non ci piace neppure un po’ ma questi siamo noi, un libro che non dovrà mai finire e adesso dobbiamo continuare a scrivere il nostro racconto in tre. Insieme ce la faremo!

Le altre storie... La luna e il sole

Io vi amo mamma e papà e vi chiedo perdono per la mia incapacità di dimostrarvi il mio amore ma dopo questa lettera sento che siamo già a metà della cura e da domani troverò un altro modo per stare in casa insieme a voi e ve lo voglio dimostrare anche con i fatti…Mamma e papà, fate molta attenzione perché state per diventare la coppia più invidiata d’Italia e non perché avete una figlia come me, ma perché avete tre nuovi amici come loro! -
Dalla scala scendono i tre attori de “Il Segreto”, lo stupore della coppia è grande e dopo averli abbracciati e baciati tutti si accomodano sul pouf ed è Aurora che inizia a parlare dicendo: “La gente guardando il nostro lavoro si emoziona molto perché recitiamo sentimenti e sensazioni molto forti e ci vedono come se noi fossimo degli eroi…però la verità e che i veri eroi siete voi che state lottando per rialzarvi in piedi e lo state facendo con tanta dignità”. A seguire, Candela aggiunge: “Siamo molto contenti di essere qui con voi, Giorgia ha toccato nel profondo il nostro cuore e partendo dal presupposto che ognuno è come è, ognuno ha la sua natura, la cosa che ci sembra molto coraggiosa è che questa ragazza è pronta a cambiare la propria natura per dare sostegno ai suoi genitori; a me questa sembra una cosa molto bella, ma mi sembrano splendidi anche questi genitori che hanno cresciuto due figli speciali”.

Le altre storie... La luna e il sole

Alfonso invece vuole raccontare una cosa molto personale: “Tre mesi fa ho perso mio padre e mi sono trovato con un vuoto grandissimo nel cuore, però con il passare del tempo ho scoperto una cosa, ho sentito dei piccoli segnali che mi hanno fatto pensare che la persona persa, in realtà, è molto vicina e io la vivo nel mio quotidiano, magari è una musica oppure una luce particolare che mi fanno pensare che mio padre mi accompagni e che lui sia ancora vicino a me e questo mi aiuta tanto”. Mamma Patrizia ringrazia commossa, mentre Alfonso continua: “Giammy aveva un talento eccezionale, era aperto all’arte e sensibile, la fotografia era la sua passione e stasera, credo, che in studio ci siano delle foto di (www.mariadefilippi.it) Giammy da mostrarvi”. Cinque piccoli assistenti spingono in studio dei cavalletti da pittore con cinque gigantografie di scatti fatti dal ragazzo, Alfonso dopo aver fatto i complimenti, commosso per la bellezza delle immagini, insiste per comprarne alcune anche se il valore è incalcolabile ma è anche vero che pure l’arte ha un prezzo e qualsiasi artista vorrebbe vendere le proprie opere, per cui decidono di comprarne tre ed è Candela che consegna nelle mani del papà una pochette contenente i giusti denari per l’acquisto.

Le altre storie... La luna e il sole

Ma Aurora ha un altro regalo per questi splendidi genitori: molte copie di un libro contenente 80 scatti fatti dal loro adorato figlio. I genitori sono ancora più commossi, ma le sorprese non sono finite e questa volta è per Giorgia ma sarà Maria a presentarle la sorpresa dicendo: - Questa sera tu hai cercato di togliere qualche brutto pensiero ai tuoi genitori e io ho invitato un signore che si chiama Gianluca che chiamo dal pubblico a sedersi accanto a te perché quando tu mi hai raccontato tutta la vostra storia mi hai anche detto che mamma è un po’ preoccupata per il tuo futuro e quel signore, che ora ti è accanto, rappresenta una catena di importanti alberghi in Sardegna; sabato e domenica vai fuori con i tuoi amici e il tuo fidanzato ma lunedì devi presentarti da quel signore lì per un anno, perché inizi a lavorare! - Giorgia è felicissima e vuol dire un’ultima cosa ai suoi genitori: “Non andrò mai più a nascondermi in camera per piangere, verrò da voi a cercare conforto e quando vorrete parlare di lui e guardare le sue foto io sarò presente e staremo insieme…ora però non vedo l’ora di togliere la busta, di abbracciarvi e di dirvi che vi amo tantissimo.”
Grande emozione per tutti e Maria li congeda dicendo: - Spero di avervi portato un pizzico di sollievo.




C' è Posta per Te su Witty Tv

Gabri B.