C'e' posta per te

Le altre storie... Scelte del cuore

Puntata del 12/03/16

Questa è la storia di Denise e Matteo Maria accoglie in studio una giovane coppia che si accomoda per ascoltare il racconto: - Denise mia detto: “Sono innamorata di Matteo e lui di me, ma tre mesi fa ho dovuto lasciare la casa dove vivevo con i miei genitori perché quando hanno saputo dell’esistenza di (www.mariadefilippi.it) Matteo mi hanno tolto il cellulare e mi hanno chiuso in camera, impedendomi di vederlo.
Ora vivo da mia nonna e da un mese faccio la cameriera in un bar per mantenermi; sono convinta che l’astio dei miei genitori nei confronti di Matteo nasca dal fatto che tre mesi fa mi dovevo sposare con il mio fidanzato storico ma non l’ho fatto perché mi sono innamorata di lui” Maria continua: - Denise, tre mesi fa, si doveva sposare dopo dieci anni di fidanzamento, il matrimonio era stato organizzato in tutti i dettagli, i genitori dell’ex fidanzato avevano portato in dote un appartamento importante di 180 mq, i genitori di Denise l’avevano completamente arredato e la mamma sostiene che per tutto questo ha speso 50mila euro e se ora tutto questo sogno non si è avverato è solo colpa di Matteo che è entrato nella vita di Denise . -
Maria continua il racconto come se parlasse Denise: - Succede che un giorno di pochi mesi fa, io vado al super mercato insieme a mio cognato e dietro il banco della salumeria vedo Matteo: è stato un colpo di fulmine! Da allora ogni giorno io non vedevo l’ora di andare in quel supermercato per rincontrare i suoi occhi e già al primo bacio mi ero resa conto che non provavo più nulla per il mio ex fidanzato. Ero disperata perché non sapevo come fare, prendo il coraggio a due mani e gli dico che non lo amo più ma ai miei genitori non ho il coraggio di dire la verità e invento una bugia: “non sono pronta per sposarmi e non so se sono felice di questo matrimonio, credo che la colpa sia del fatto che non vado d’accordo con i miei futuri suoceri.

Le altre storie... Scelte del cuore

Mio padre, sentendomi lamentare, decide di andare a disdire i mobili ordinati per la nuova casa e in quel momento ho tirato un sospiro di sollievo, mi sono sentita meglio, ho ricominciato a mangiare e ho preparato la borsa per andare in palestra ma mia madre, vedendomi finalmente felice, ha iniziato a urlare contro di me dicendomi che sono impazzita, che un matrimonio non si può annullare, che tutto è pronto e che non posso essere felice al punto di poter andare in palestra con il rimorso di aver lasciato il mio fidanzato e che comunque l’avrei dovuta seguire in Comune per la promessa di matrimonio; vedendo mia madre piangere e soffrire le prometto che mi sarei sposata dicendole però che lo facevo solo per lei. Per lei andava bene così anche perché non sapeva nulla di Matteo e pensava si trattasse di semplice paura prematrimoniale”. Maria continua - arriva il giorno della promessa in Comune, Denise va, ma mentre si stava svolgendo la funzione, teneva la mano della mamma pregandola di non obbligarla a firmare. La madre non cede e la promessa si compie.
Due mesi fa Denise è fuori con Matteo e il suo ex fidanzato li trova insieme in macchina, a quel punto scopre tutta la verità, sale a casa dei genitori per dir loro dell’esistenza di Matteo. Da quel momento i suoi genitori cambiano atteggiamento nei suoi confronti e lei mi ha detto. “Io, i miei genitori non li riconoscevo più, quelle dolci persone che mi avevano cresciuto con tanto amore e rispetto hanno una reazione esagerata: mi chiudono in camera, mi tolgono il cellulare, mi dicono che da loro non avrò più un euro, mi tolgono i vestiti e mi proibiscono di uscire; mia nonna mi apre la porta e scappo, mia madre litiga con sua madre, io mi trovo un lavoretto e mia madre va dai miei datori di lavoro per chiedergli di licenziarmi, va dai miei zii per dirgli che non mi devono parlare ne aiutare, va da mia sorella e le chiede di avvisarla quando mi vede imponendole una serie di divieti.

Le altre storie... Scelte del cuore

Mia madre pensa che togliendomi tutto e tutte le persone intorno io possa cedere e tornare a casa lasciando Matteo. Non contenta viene a cercarmi da mia nonna, mi trova con Matteo, alza le mani su di me e su di lui sfogando tutta la sua rabbia.
Io vorrei tornare a vivere con i miei genitori perché gli voglio bene e mi mancano, loro sarebbero disposti ad aprirmi la porta ma a condizione che io lasci Matteo. Io mi sono resa conto che fino ad oggi ho vissuto per far felice mamma, il mio fidanzato era quello che voleva mamma accanto a me, i mobili della (www.mariadefilippi.it) casa erano quelli che mamma avrebbe voluto e la prima volta che io faccio una cosa che voglio veramente e per lei non va bene.
Il postino Maurizio si trova a Cosenza per consegnare la busta alla signora Ornella e al signor Francesco che gentilmente e con il sorriso accettano l’invito.
Maria cerca di rassicurare Denise,che in lacrime dice di avere tanta paura, per poi accogliere la bella coppia di genitori maturi che si accomodano in studio e vedono , nello schermo della busta, chi li ha mandati a chiamare. La madre, quando vede la figlia, non riesce a trattenere la commozione ma quando appare Matteo dice, scuotendo la testa: “No, lui no, proprio no” Ma accettano comunque di ascoltarli.
Maria chiede un fazzoletto per Denise e dice: - Anche se devastata dalle lacrime sei bellissima lo stesso. -
Il messaggio di Denise: “Mamma, papà, sono tre mesi che non ci vediamo ma a me sembra che sia trascorsa una eternità, non c’è stato un momento in questi tre mesi che io non vi abbia portato nella mia testa e nel mio cuore;

Le altre storie... Scelte del cuore

Sono consapevole di aver commesso tanti errori con voi e vi chiedo scusa, però, anche se egoisticamente, per la prima volta ho messo davanti la mia felicità. Mamma tu lo sai che se sono qui questa sera è perché mi manca tutto di te…i mille messaggi tra di noi, i tuoi consigli, le nostre passeggiate, mi manchi tu mamma, mi manca tutto e mille volte avrei voluto venire da te solo per dirti che ti voglio bene e abbracciarti. Lo so che Matteo non è la persona che desideravate vedere al mio fianco ma lui mi rende felice ed è quello che il mio cuore ha scelto”. Poi rivolta al padre. “Scusa papi per le mille delusioni che ti ho dato, scusa se non sono stata la figlia che desideravi avere in cuor tuo, io lo so quanto ci tieni a me e a Simona, so i mille sacrifici che hai fatto per non farci mancare niente; ricordo che quando ero piccola tu uscivi all’alba per poi rientrare la sera tardi quando io già dormivo; ma stasera voglio parlare al tuo cuore: ti prego perdonami perché sono sempre io…la tua piccola Denise! Vi chiedo solo di perdonarmi e di accettare le mie scelte, dateci almeno una possibilità, solo una!”
La madre di Denise, per tutto il messaggio, non ha fatto altro che fare segni di disapprovazione mentre il padre è rimasto impassibile proferendo soltanto qualche bisbiglio alla moglie.
Ora è Matteo che vuole dire qualcosa: “Mi dispiace per tutto quello che avete dovuto subire, sia in termini morali che economici, ma vi prego di capire anche me perché io amo vostra figlia. La mia famiglia ha sempre messo al primo posto la felicità di un figlio e Denise per me è la felicità; io ho 20 anni e anche se mi definite un ragazzo non maturo ho la testa sulle spalle, mi alzo alle 7 del mattino per andare al lavoro e torno alle 21, rientro stanco ma quando vedo gli occhi di vostra figlia mi passa tutto, vedo il suo sorriso e non ho bisogno più di niente.

Le altre storie... Scelte del cuore

Ora vorrei farvi una promessa: io a Denise la sosterrò, comunque vada non le farò mai mancare nulla perché l’amo davvero.”
Sul volto di Ornella le espressioni ironiche sono state un via vai mentre lo sguardo di Francesco è fisso e forse esprime anche quella sana gelosia paterna per la propria cucciola.
Maria si avvicina alla mamma per chiederle perché scuote spesso la testa e Ornella, per tutta risposta le chiede cosa hanno raccontato i ragazzi; Maria, con calma, riassume tutto quello che è di sua conoscenza ma i genitori la interrompono per dire che Denise è cambiata da quando ha conosciuto quel ragazzo, che ha mentito al suo fidanzato oltre che ai suoi genitori, che mai in passato si sarebbe comportata così e che avrebbe dovuto trovare il coraggio (www.mariadefilippi.it) di parlare invece di far spendere loro 50.000 euro in mobili.
La mamma continua così. “Certo, il coraggio lo ha trovato per andarsene da casa ed è certo che lui è felice come i suoi genitori perché loro di problemi non ne hanno avuti e non ne avranno neppure domani se Matteo ci ripensa e le dice che non la vuole più! E lo sai, Maria, che cosa sta facendo adesso mia figlia? Sta lavorando in un bar…ma lei ha sempre avuto un tenore di vita che non credo che le consentirà di reggere un ritmo così pesante”.
La ragazza in lacrime la interrompe, quasi urlando: “La felicità non è il tenore di vita! Mi si spezza il cuore dovertelo ricordare, cara mamma, ma quando tu hai sposato papà, lui non lavorava, siete cresciuti insieme facendo tanti sacrifici e mi chiedo perché anche io non lo posso fare”?

Le altre storie... Scelte del cuore

Il padre interviene rivolto a Maria: “Mia figlia alle 6.40 di mattina, quando ancora è buio, va da sola per strada per recarsi al lavoro e nessuno l’accompagna, io se amo tanto una persona non mi comporto così! Se lei vuole tornare a vivere a casa nostra è la benvenuta ma non sarà mai alle sue condizioni…Matteo no!”
Il giovane ragazzo, veramente dispiaciuto, dice: “Voi giudicate senza sapere, ho vent’anni, lavoro dalla mattina alla sera, la conosco da 7 mesi…
I genitori ora sono ancora più irritati perché si è aggiunta un’altra bugia, erano convinti che tutto fosse iniziato 3 mesi fa ma Maria li interrompe: - Ma che importanza ha se sono tre, cinque, sette mesi? La cosa importante è che Denise pensa che voi siate due genitori magnifici e ha sempre cercato di fare tutto quello che vi faceva piacere, soprattutto per te Ornella, il suo ex era amato e benvoluto da voi e quando si è accorta di non essere più innamorata di lui, il suo dolore più grande è stato pensare alla delusione che ti avrebbe dato e aveva paura di dirtelo.- Il confronto fra madre e figlia continua animosamente sempre sullo stesso tema: la scelta della felicità o un fuoco di paglia?
Denise ha smesso di piangere e cerca di sostenere con forza le sue posizioni, ma i genitori, sicuri che questa relazione sia un clamoroso errore, continuano a negare che una vita fatta di sacrifici possa portare a qualcosa di buono. Maria prova ad interrompere questa lite dicendo: - Proviamo un attimo ad andare per ordine…a te, Ornella, ti sono venuti gli occhi lucidi quando hai visto tua figlia e in questi mesi hai cercato di darle una possibilità di ritorno, ma sempre alle tue condizioni;

Le altre storie... Scelte del cuore

quando Denise ha conosciuto il suo ex fidanzato aveva 14 anni…da bambina a donna sempre con lui, si innamora di Matteo e a me sembra giusto che non abbia sposato il suo fidanzato visto che non lo amava più, ma possiamo pensare anche che Denise e Matteo si siano presi una “grande cotta” e che non è detto che si sposeranno, siamo d’accordo che se lei rimane perennemente fuori casa, senza il vostro sostegno, tutto questo può tradursi in una realtà diversa? Lasciamo sognare due ragazzi di vent’anni che sperano che il loro amore possa superare le difficoltà della vita anche (www.mariadefilippi.it) pensando a due cuori e una capanna, ci può stare sognarlo! - Maria continua: - Lei mi ha detto che voi quando vi siete conosciuti avevate 14 e 16 anni - “Si, anche io guadagnavo solo 500 euro al mese ma non ho mai costretto mia moglie ad andare a lavorare, lei è sempre stata a casa e invece mia figlia esce alle sei di mattina” commenta il papà.
Maria insiste: - Lei è piccola, voi le avete tolto tutto ma vorrebbe tornare con voi perché l’avete cresciuta nella bambagia e ci sta che ora le manca tutto, i figli sono egoisti, e ci sta pure che dicano le balle perché anche io mi sono sentita riempire di balle e mi sono arrabbiata…però dopo un po’ la balla passa e rimane tuo figlio. -
Ornella continua a dire che ci sono delle regole da rispettare e non le darà mai il permesso di uscire con Matteo e tutte le sere la vuole in casa alle nove, poi lui non lo vuole proprio vedere neppure come amico di sua figlia, figuriamoci come fidanzato…anche la sorella ha fatto uguale ma è stata più onesta, mancavano 8 mesi al matrimonio e almeno non avevano comprato i mobili! Maria a questo punto ride per le ripetute questioni sostenute dai genitori, come a sottolineare che forse tanta disciplina non giova.

Le altre storie... Scelte del cuore

Afferma che la ragazza ha sbagliato a non dire la verità ma è scappata in un momento di ribellione perché loro non accettano le sue scelte…fosse o non fosse Matteo! Denise vorrebbe solo che il suo attuale ragazzo potesse citofonarle senza salire… “No, assolutamente no, se vuole le manda un messaggino ma non citofona” risponde indispettita Ornella. Maria insiste rivolta a Francesco: - Forse tu non vuoi stringere la mano a Matteo ma Ornella potrebbe se apre la busta, i ragazzi si sono innamorati, cercano affetto dai genitori che però si mettono sempre in primo piano ed è per questo che vi dicono bugie, questa è la prima volta che hanno un confronto diretto con voi e Denise vorrebbe tornare con la sua piccola regola: poter vedere Matteo.
Ora, Ornella, lo potresti salutare? - La mamma dà una risposta affermativa mentre il padre si rifiuta energicamente e chiede di uscire dallo studio, Maria gli precisa che quando tolta la busta lui sarà nascosto dietro le quinte, sua moglie abbraccerà sua figlia e saluterà lui e, in futuro Matteo sarà ancora lì…perché non è che lo possiamo uccidere…tua figlia verrà da te da sola a dormire, Matteo la passerà a prendere…non citofonando e quando sarà sabato, invece di guardare la trasmissione, vi auguro di uscire tutti insieme! - Dopo le risate del pubblico e i sorrisi di Maria il padre decide di andarsene ma il suo sguardo sembra addolcito. La busta si apre mentre la conduttrice rivolta a Ornella dice: - Ok, siamo pronte a salutare tua figlia e quel ragazzo “qualunque” che le sta vicino. -
L’abbraccio tra la madre e la figlia è accompagnato da una cascata di lacrime, Matteo ha lo sguardo commosso ma felice, Maria lo guarda con tenerezza e gli sta accanto per poi accompagnarlo verso una stretta di mano con Ornella presentandolo come “il ragazzo qualunque” e con un sorriso, dolce e forse un poco ironico, li congeda.



Cè Posta per Te su Witty Tv

Gabri B.