C'e' posta per te

Le altre storie... La versione di mamma

Punata del 06/02/16

Questa è la storia di Loredana (www.mariadefilippi.it), una mamma che non vede i suoi due figli da 10 anni.
Maria l’accoglie in studio e comincia il racconto: - Loredana mi ha detto che ha due figli nati dal suo primo matrimonio: Mirko di 29 anni e Danilo che ne ha 23, non l’hanno mai perdonata da quando si è separata dal loro papà, e soprattutto non accettano che lei abiti con un altro uomo e che abbia un altro figlio. E’ molto difficile seguire i cambiamenti dei figli quando crescono, soprattutto nei profili di face book quando una madre scopre che il figlio gioca a calcetto e per poterlo vedere si nasconde sugli spalti, tra i tifosi; Mirko si è sposato pochi mesi fa, lei non è stata invitata ma non ha rinunciato a partecipare alla cerimonia, si è nascosta nel punto più buio e lontano della chiesa pur di poter vedere suo figlio; adesso ha saputo che sua moglie è incinta di pochi mesi ma è sicura che questo nipotino non lo vedrà mai. - Maria continua così: - lei mi ha detto “Ho sposato il loro papà che ero giovanissima, era il mio primo uomo, da sempre ne conoscevo i difetti,

Le altre storie... La versione di mamma

aveva un carattere molto forte che decideva su tutto, anche su di me. Potevo lavorare perché lavoravo per lui, ma se volevo uscire potevo farlo solo con lui, la sua famiglia era perfetta, la mia un po’ meno; decideva lui come mi dovevo vestire e io sopportavo tutto perché lo amavo; sono nati i nostri 2 figli e fino al 2004 siamo andati avanti, poi non ce l’ho fatta più e in casa si comincia a parlare di separazione, i bambini spesso sentivano i nostri litigi e ho cominciato a pretendere di non dormire più insieme a lui, insomma… separati in casa”. Ma suo marito non voleva la separazione e si lamentava con i figli, così ai loro occhi appariva come la madre cattiva che faceva soffrire il loro papà. Siamo nel 2005 quando in casa anche le regole della separazione non vengono rispettate da suo marito e lei decide di andarsene di casa, Mirko quel giorno era in gita scolastica, Danilo era a casa ma era piccolo e lei decide di andarsene nella casa di proprietà di suo padre. Loredana, il giorno dopo, cerca di contattare il figlio grande ma aveva già cambiato numero di cellulare, cerca di ottenere l’affidamento di Danilo ma anche lui sceglie di vivere con il padre e con suo fratello.

Le altre storie... La versione di mamma

Il giudice stabilisce che può vedere suo figlio minore alcune volte al mese, ma spesso al citofono di casa non le rispondeva nessuno e alcune volte le hanno anche tirato delle uova dal balcone!
Nel 2006 Loredana riesce a rifarsi una vita, la macchina del suo compagno viene rigata più volte e n on sono gli unici dispetti; lei da allora non è più riuscita ad avere rapporti con i suoi figli e quando è riuscita a parlare con Danilo via face book ha ricevuto solo insulti. Questa sera vorrebbe solo rivedere i suoi figli e spiegar loro qual è la sua versione dei fatti anche se è certa che la risposta sarà un rifiuto perché il loro giudizio su di lei è negativo da tanto tempo, vorrebbe essere giudicata come madre e non come ex moglie. - Il postino Maurizio si trova a Faggiano (Foggia) per recapitare la posta a Mirko, Alessandra e Danilo, lo accolgono sull’uscio di casa, sono cortesi ma non entusiasti e accettano l’invito, entrano in studio, sono giovani ma hanno lo sguardo inquieto e quando lo schermo della busta si apre non sembrano felici ma accettano comunque di ascoltare.

Le altre storie... La versione di mamma

Loredana, commossa, dice: “In tutti questi anni mi siete mancati tantissimo, non so se sono stata una buona madre ma sapete perfettamente i motivi della separazione da vostro padre, se io fossi stata trattata bene e rispettata come donna e come madre dei miei figli, sono certa che sarei rimasta ancora accanto a voi…Mirko, ti dico che io ci sono sempre stata accanto a te fino a quando ho potuto, ti ho seguito nella scuola e quando dovevi affrontare un esame ero più agitata di te e se tornavi tardi mi trovavi sveglia ad aspettarti per darti il bacio della buona notte. Non sai quanto sono stata male quando ho saputo che stavi per sposarti, avrei voluto accompagnarti in chiesa, conoscere Alessandra, tua moglie, parlare con te e darti dei consigli ma anche se non invitata ho voluto esserci lo stesso…in silenzio e nascosta pur di vederti; adesso so che diventerai padre e se me lo permetterai vorrei essere una nonna e conoscere il tuo bambino”.

Le altre storie... La versione di mamma

Continua Loredana in lacrime rivolta alla nuora: “Tu non mi conosci e non so cosa ti hanno raccontato sul mio conto, vorrei essere per te e per mio figlio un punto di riferimento e ti chiedo di aiutarmi con Mirko” Poi rivolta al suo secondo figlio, Danilo: “Ti ho potuto seguire solo fino alle medie, mi dispiace di non esserci stata per i tuoi 18 anni, quando hai preso la patente, quando ti sei operato ma l’ho saputo solo dopo, mi mancano i tuoi abbracci e quando mi chiamavi “cucciolona mia”…credo di essermi persa quasi tutto di te, ti ho lasciato bambino e ti ritrovo uomo. Io vorrei essere di nuovo vostra madre perché l’amore di una madre non svanisce mai”
Maria si avvicina ai tre ragazzi e chiede loro se avevano avuto piacere nel sapere che la mamma era presente al matrimonio ma la risposta di Mirko è fredda e distaccata perché ritiene che le loro strade si siano separate da molto tempo, vuole sapere da Maria cosa le ha raccontato e lei, con calma riassume, ma Mirko la interrompe dicendo: “Io non ci vedo nulla di strano se una coppia decide di separarsi,

Le altre storie... La versione di mamma

ma io la storia tra mio padre e mia madre la ricordo un poco diversa perché nell’ultimo periodo con mio padre mia mamma già frequentava l’uomo con il quale ora convive e comunque io mio padre non lo ricordo come un padre padrone, a noi ci ha cresciuto con amore per 10 anni!” Maria interviene: - Sai un figlio può pure non accorgersi di un eccesso di possessività tra marito e moglie, ma comunque decretiamo pure che mamma non fosse più innamorata di tuo padre, il quale non voleva la separazione e ha fatto dei tentativi per cercare di fermarla, ma lei proprio non ce la faceva più, tua madre è consapevole di questo ma si chiede come mai i suoi figli non la giudichino come madre piuttosto che come moglie e la puniscano perché ha fatto soffrire il vostro papà! Entrambi avete scelto di vivere con vostro padre anche se lei aveva chiesto l’affidamento, lei comunque aveva il diritto di poter vedere Danilo ma invece di farla entrare in casa arrivavano le uova tirate dalla finestra. Vostra madre mi racconta che il papà, dopo la separazione, era diventato molto vendicativo e aggressivo quando ha scoperto la relazione che lei aveva con l’altro uomo - Mirko dice di non ricordare,

Le altre storie... La versione di mamma

continua ad assolvere il padre e Loredana prende la parola: “Io questa sera non sono qui per accusare vostro padre ma solo per recuperare un rapporto con voi, perché un rapporto tra madre e figli è diverso.”
Mirko è irremovibile, dice di essere cresciuto da solo e ha dovuto pensare a suo fratello piccolo, dice che il padre non ha mai portato una donna in casa, è rimasto genitore mentre sua madre si era creata una nuova vita.”
Maria chiede: - Ma al di là dello scudo protettivo che ti sei dovuto fare in tutti questi anni, senti ancora qualcosa per lei? Tu ritieni che sia la persona che ti ha accompagnato nella tua vita solo fino ai tuoi 18 anni o ancora la consideri mamma? - la risposta è implacabile: “Solo fino ai miei 18 anni…dopo proprio no!”
- Non era sua intenzione abbandonarvi, se si voleva rifare una vita non avrebbe chiesto il vostro affidamento! - chiosa Maria

Le altre storie... La versione di mamma

Ma le risposte dei ragazzi fanno intuire che tutto è finito, Mirko si sente tradito e Danilo ormai non prova più nulla…queste sono le ultime parole di questi due figli e i commenti del pubblico definiscono l’inesorabile epilogo. A nulla servono i promemoria di Maria a questi ragazzi che sembrano proprio non ricordare nulla.
La busta si chiude, Maria sembra sorpresa da tanta caparbietà ma rispetta la volontà dei due ragazzi che forse ancora non hanno capito e soprattutto hanno “grandi vuoti di memoria”! Saluta con affetto Loredana dicendole: - Forse un piccolo passettino l’abbiamo fatto -

Gabri B.