Amici

Intervista a Luca Zanforlin

“Molto più che amici” torna il romanzo di Amici, cosa ci aspetta questa volta?
È la storia di un ragazzo che con un po’ di titubanza decide di fare i provini ad “Amici”, ha uno spirito ribelle, quasi anarchico e pensa che proprio per questo non verrà mai preso. Invece si ritrova catapultato in un mondo che non conosce e che apparentemente sembra rifiutare, poi i giorni passano e proprio come spesso succede dall’ignoto si posso apprendere cose che cambiano la nostra percezione delle cose.

In questo nuovo romanzo ci sono i ragazzi di quest’anno ma anche gli ex come mai hai voluto mischiarli?
Perché è quello che veramente è successo. Il romanzo è si fantastico ma la base sulla quale si ispira, come sempre, è vera. Quest’anno i protagonisti (che come sempre hanno nomi di fantasia) hanno incontrato gli ex di amici: Alessandra Amoroso , Emma Marrone, Marco Carta, Annalisa, Pierdavide e tutti gli altri, con loro hanno condiviso dubbi, sensazioni e paure e i “Big” hanno regalato loro la propria esperienze sia umana che artistica.

Intervista a Luca Zanforlin

Anche quest’anno c’è la storia d’amore?
“Amici” senza amore non sarebbe “Amici”, in tutte le edizioni, come è giusto che sia, si sono sempre formate delle coppie, ma è naturale umano e normale se vivi 24 ore al giorno a stretto contatto con altre persone, è quasi scontato che qualcuno possa innamorarsi, l’amore esiste a prescindere e se ti becca ti becca.
Si c’è una storia d’amore vissuta con estreme contraddizioni, con possessione e gelosia Ma è anche un libro sull’ inadeguatezza, sulla tolleranza, sulle differenza culturali e caratteriali che vanno accettate e rispettate, da soli non si è mai nessuno ma si è sempre “qualcuno e qualcosa” in relazioni agli altri.